LA JAMAICA, IL BOB E GLI IMPREVISTI

La compagnia aerea perde il materiale jamaicano, gli altri team offrono aiuto.


Sembra tutto pronto per il remake del film Disney “Cool runnings”. Dopo la notizia del ritorno alle Olimpiadi della Jamaica nel bob, iniziano le peripezie per l’equipaggio in attesa delle gare proprio come accadde a Calgary nel 1988. I ragazzi jamaicani erano partiti entusiasti dopo il successo della raccolta fondi che gli ha permesso di raggiungere i 120mila dollari necessari per sostenere i costi della spedizione. Una volta arrivati all’aeroporto di Sochi però la prima amara sorpresa: la compagnia aerea nello scalo a New York, colta alla sprovvista da una tormenta di neve, ha smarrito gran parte del materiale tecnico. Il bob è riuscito ad arrivare in tempo ma mancano ancora pattini, lame ed elmetti. In questo modo la coppia jamaicana non potrà prendere parte alle prime prove con il proprio materiale anche perché non ha i fondi necessari per acquistare prodotti nuovi. Ma il bello della Jamaica è che tutti ci si sono affezionati, perché porta colore e allegria in un freddo mondo di ghiaccio. Tante squadre si sono offerte per prestare i materiali necessari ai jamaicani per permettergli di allenarsi e questa potrebbe essere già la prima parte della storia del prossimo film. Per sapere come andrà a finire non vi resta che seguire le gare. E come dicevano i telecronisti del film “Cool runnings: quattro sotto zero”: “Beh al diavolo….forza Jamaica”


Vuoi contattare la redazione di Panathlon Planet? Scrivi a redazione@panathlonarea1.it

07 febbraio 2014

Notizia redatta da Andrea Fauliri