BAGNI OLIMPICI, STRANI DIVIETI E PORTE SFONDATE

Retroscena buffi e imbarazzanti dietro la maestosa facciata delle Olimpiadi di Sochi

Ormai da giorni si conosce l’imbarazzante situazione degli alloggi nel villaggio olimpico. Pensavamo di aver visto tutto ai mondiali di nuoto di Roma nel 2009 e invece le Olimpiadi di Sochi si candidano ufficialmente per rubarci lo scettro della peggior ospitalità. In questo caso però non sono i lavori lasciati a metà a stupirci ma le stranissime idee che hanno avuto i russi nell’allestimento degli alloggi ma soprattutto dei bagni delle stanze per gli atleti. Avete mai pensato di scambiare quattro chiacchiere seduti in bagno? In Russia per favorire la socializzazione sono comparsi i bagni con doppio water. La privacy non è garantita ma in caso di sveglia ritardata si può recuperare tempo senza litigare per il bagno. Se preferite il water singolo non c’è problema, è presente anche quello a patto di accettare la presenza del pubblico seduto sulle tre sedie di fronte al wc. L’ultima notizia riguardante i bagni arriva dal bobbista americano Johnny Quinn, ex giocatore di football americano dei Green Bay Packers, che si è ritrovato chiuso in bagno senza la possibilità di chiedere aiuto e ha pensato di uscire sfondando la porta come se fosse un pezzo di burro. Quindi d’ora in poi gli atleti dovranno stare attenti anche alle serrature. Ma niente paura, saranno sempre protetti dalle immancabili foto profilo del presidente Putin presenti in ogni singola stanza del villaggio olimpico. Tra le altre cose ci sono alcuni interessanti divieti da rispettare, come il non gettare la carta igienica e quello di non pescare nel wc. Si avete letto bene. E per finire che a nessuno venga voglia di un bel bicchiere di acqua fresca del rubinetto perché più che acqua sembrano scorie radioattive. Speriamo che tutto questo resti nei retroscena e che, almeno per le gare, tutto si svolga regolarmente. Abbiamo già visto però un disguido in diretta mondiale durante la cerimonia di apertura quando l’ultimo dei cinque cerchi olimpici ha deciso di non aprirsi. Quale sarà la prossima sorpresa?







Vuoi contattare la redazione di Panathlon Planet? Scrivi a redazione@panathlonarea1.it

08 febbraio 2014

Notizia redatta da Andrea Fauliri