A.A.A. CERCASI CAPOLISTA

L'Hellas torna da Avellino con una sconfitta sul groppone, il primato in classifica perso a favore del Frosinone e un'aggressione finale alla dirigenza. Giornata nera.

Purtroppo è accaduto. L'Hellas torna da Avellino con due goal sul groppone, ma soprattutto cede il primato in classifica al Frosinone ed è pericolosamente avvicinata da Benevento e Spal. Ma a far male è l'involuzione del bel gioco che ne aveva caratterizzato il girone d'andata e conseguentemente ne aveva fatto la principale pretendente alla promozione in serie A. E' difficile per il tifoso accettare razionalmente tutte le buone ragioni, o scusanti, che si possono valutare. Mancava Pazzini, il campionato è ancora lungo, siamo ancora in corsa, ecc. ecc. ecc. Ora il gioco si fa duro ed è necessario mettere in campo, oltre la tecnica, grinta, determinazione e personalità, dai giocatori, al tecnico, alla società. Le prossime partite con Spal e Frosinone saranno un durissimo test e, proprio da lì noi tifosi, vogliamo la prima inequivocabile risposta.

 

Carla Riolfi

 

Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate a termine di Avellino-Hellas Verona (2-0), 25a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«La mia lettura della partita? Non c'è stata reazione, prestazione non degna delle nostre qualità e della maglia che portiano, l'Avellino ha meritato di vincere. Verona incerto fuori casa? Queste 4 sconfitte pesano, i numeri lasciano spazio a poche interpretazioni. Abbiamo fatto bene con il Benevento, nonostante le difficoltà la squadra era in salute e ha terminato la gara in crescendo. Dobbiamo invertire la rotta e cambiare atteggiamento, che non può essere questo. La Serie B è lunga e difficile, c'era chi diceva che il campionato l'avevamo vinto ad ottobre ma sono sempre rimasto della mia idea, anche se siamo stati primi per quattro mesi. La classifica è corta, può ancora succede di tutto. Mi piace essere primo, ma in questo momento ci sono squadra che stanno facendo meglio di noi, mentre il Verona sta sbagliando troppo. La responsabilità in primo luogo è mia, perché sono l'allenatore. Dobbiamo continuare a lavorare, la nostra strada è questa, mettendoci anche qualcosa in più oltre alla qualità tecniche e tattiche. L'agguato al Presidente? L'ho saputo solo a fine partita, è un episodio da condannare con forza».

Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Eros Pisano, rilasciate a termine di Avellino-Hellas Verona (2-0), 25a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«C'è un profondo rammarico da parte di tutti. Oggi la prestazione non è stata all'altezza del Verona che conosciamo, il risultato è molto negativo e dobbiamo cambiare la rotta al più presto. La delusione è mia ma anche di tutti i miei compagni, ci dispiace tanto per i tifosi venuti sin qui e per la città in generale. Spero davvero di avere, dalla prossima partita, la possibilità di ripagare l'affetto di tutti coloro che ci accompagnano durante le partite. Sappiamo che sono importanti per noi, soprattutto per il proseguio del cammino. Dobbiamo tornare a fare punti e toglierci questo blocco mentale del "dover vincere". Bisogna trasformarlo in un "voler vincere" perché porta più entusiasmo e una volta sbloccati sono sicuro torneremo ad essere quell'Hellas Verona che vince. Da martedì vogliamo tornare a combattere, non possiamo essere questa squadra vista oggi. Abbiamo una nuova settimana per lavorare tanto e tornare in campo con cattiveria e voglia di fare. Siamo professionisti e giocatori, per questo dobbiamo essere preparati e abituati alle pressioni. Sappiamo che vincere non è mai facile, questo lo dicono anche tutti i campionati del mondo. Da oggi serve tanta voglia di riscattarsi senza per questo dimenticare l'Avellino. Dev'essere una partita che ci deve aiutare a crescere invece di abbatterci. Classifica? Non dobbiamo guardarla, sappiamo che contano soltanto i risultati e l'atteggiamento con cui si affrontano le partite. Le somme vanno tirate sempre alla fine. Solo con una grande prestazione e tanta cattiveria riusciremo a comunicare ai nostri tifosi la nostra voglia di tornare a vincere»

 

(fonte: Hellas Verona F.C. – foto: Francesco Grigolini Fotoexpress)

 

Vuoi contattare la redazione di Panathlon Planet? Scrivi a redazione@panathlonarea1.it

13 febbraio 2017

Notizia redatta da Redazione