A VERONA LA FIORENTINA RESTA AL VERDE

Un Chievo solido e tranquillo rimonta la Fiorentina e chiude la pratica 2-1 al Bentegodi davanti ai propri tifosi.

La Fiorentina scende al Marc’Antonio Bentegodi in un’improbabile tenuta verde speranzosa di bissare il risultato vittorioso contro L’Hellas Verona, quella sera del tutto assente. E nei primi minuti c’era pure da pensarlo per la rete, come nella precedente partita, con cui Simeone portava in vantaggio i toscani. Ma il Chievo non era quel Verona groggy. Il Chievo di oggi non ha fatto una piega dopo che al minuto 5 era passato in svantaggio.

La squadra di Maran, incurante di essere sotto di una rete, giocava con l’intensità ragionata che le è congenita: fraseggi, pressing, giro palla ritmato, velocità e micidiali contropiedi. La Fiorentina invece palesava la propria lentezza e prevedibilità, permettendo così al Chievo di condurre piacevolmente le danze senza correre alcun pericolo.

Sicuramente i viola pensavano di venire a Verona a fare risultato pieno. Il Chievo di oggi per impianto di gioco è secondo solo alle prime cinque squadre della serie A.

Nell’undici clivense oggi sono emerse le personalità di Hetemaj, un giocatore a tutto campo dalle risorse incredibili; Birsa per il tasso tecnico elevato; Castro, autore della bella doppietta ed Inglese per il continuo movimento, ma sarebbe ingiusto non esaltare la qualità dell’insieme gialloblù.

La partita ha visto un Chievo affondare gli avversari sulla profondità centrale e sulle fasce, creando non pochi problemi agli avversari. Da segnalare anche l’attenzione della difesa veronese che non ha mai permesso ai toscani di concretizzare i lor attacchi.

Dunque la Fiorentina, al verde per la maglia ed al verde per il risultato, esce malconcia dal Marc’Antonio Bentegodi.

Ora il campionato si ferma per dare spazio alla Nazionale: prossimo stop Sassuolo contro i neroverdi, che vorranno risorgere dopo la batosta odierna contro la Lazio. Quindi Chievo avvisato, ma i clivensi di questi tempi difficilmente si distraggono.

 

Massimo Rosa

direttore@panathlonarea1.it

 

(foto: Udali/A.C. Chievo Verona)

Vuoi contattare la redazione di Panathlon Planet? Scrivi a redazione@panathlonarea1.it

02 ottobre 2017

Notizia redatta da Redazione