Il giornalismo di Gianni Brera

Numero "0" della nuova rubrica intitolata a Gianni Brera e al suo modo di intendere la cucina

CUCINA DI TUTTI I GIORNI

Importanti pagine di storia del nostro territorio alla riscoperta, alla moda di Brera, di ciò che ha valore

Un itinerario enogastronomico lungo le rotte tracciate da Gianni Brera. Impresa ardua? Brera era un uomo di straordinaria enciclopedica cultura che andava fiero della propria estrazione contadina (un nobile Della Zolla, amava certificare lui). Preferiva dichiaratamente l’atmosfera, e i cibi, e i vini, delle osterie alle raffinatezze un po’ artefatte dei locali celebrati dai gourmet. Impresa ardua, dunque? Noi ci proveremo.

    Lungo le rotte sentimentali tracciate da Brera terremo cara una sorta di frase d’ordine, quasi il leit motiv di questa rubrica: la “ricchezza della cucina povera”. Una ricchezza che andremo ad esplorare visitando luoghi, intervistando persone e sfogliando con naturalezza l’archivio della memoria.

 

Cucine & Cantine/ a cura di Silvia Annese

Osteria L'Agnella - il primo amore

    La nostra prima recensione non può non rappresentare un primo amore. Ovvero il primo ristorante veneto che la vostra umile scrivana ha letteralmente amato. Un amore semplice, fatto di ingredienti semplici, di persone semplici pronte a dare con generosità la loro sapiente arte culinaria. Non parliamo ovviamente di nouvelle cuisine  -  di piatti eccessivamente elaborati ed a volte, ahimè, più belli che buoni- ma della vera cucina veneta contadina. Un'osteria situata nel cuore della Valpolicella, circondata dai celeberrimi vigneti e dai profumatissimi oliveti, un luogo che mantiene intatto il legame con il proprio passato, un'osteria che non pretende di  essere altro.

    Pochi tavoli, una decina o poco più, un arredamento spartano ma di carattere.  qui che trionfano i primi piatti, con pasta fresca fatta in casa, come le lasagnette al forno oppure le tagliatelle ai funghi o al ragù. Capitolo a parte meritano i secondi, indimenticabili! Cinghiale all'amarone, grigliata mista alla brace, agnello in umido e selvaggina cacciata direttamente dal nostro impavido cuoco/cacciatore, l’ultrasessantenne coriaceo Luciano Castellani, il tutto accompagnato da verdure tipiche, ovviamente a km zero!! Per i gourmet più temerari, lumache... Il mio piatto preferito. Cosa dire dei dolci?! In questo caso ringraziamo Daniela di esistere.. Esagerata?! Andate, gustate e fateci sapere...Bon appetit

Trattoria Agnella, località Agnella Valgatara (VR) tel. 0457701794 Chiuso il mercoledì

La Valpolicella non è solo enogastronomia ma anche una terra in cui, oltre alla cucina, trovano spazio sport molto particolari ma legati profondamente al territorio. Il tamburello è certamente uno di questi. Saranno, dunque, i nostri collaboratori a scorprirne segreti, curiosità e personaggi. Il nostro intento sarà quello di  renderli protaognisti evidenziandone la popolarità in queste terre.

 

 

 --------------------------------------------------------------

 

 

Il campione del mondo di sci a Caorle con Morello e Nonis

Anche Innerhofer - a “Griglie roventi”

C’è grande attesa per la finale della sesta edizione di Griglie Roventi: oggi 29 luglio la spiaggia della Sacheta di fronte alla Chiesetta della Madonna dell’Angelo ospiterà l’evento dell’estate.

Quali spezie, condimenti e ricette proporranno quest’anno i partecipanti? C’è chi si prepara da mesi per la sfida alla griglia: coppie affiatate, marito e moglie, amici, parenti o solo conoscenti, l’obiettivo è conquistare la giuria e diventare i re del barbecue. Non mancheranno il colore e la simpatia, da sempre ingredienti vincenti dell’iniziativa promossa dalla Regione del Veneto, dal Consorzio di Promozione Turistica Caorle e Venezia Orientale e dal Comune di Caorle. Special guest Christof Innerhofer, stella nascente dello sci italiano che lo scorso inverno si è laureato Campione del Mondo a Garmisch: saprà confermarsi numero uno anche alla griglia?

Siamo abituati a vederlo sulle piste innevate, chissà come se la caverà con costate e salsicce in spiaggia! Nel 2010 erano in 20 mila ad assistere allo spettacolo, perché Griglie Roventi non è solo una gara ma una manifestazione che attrae il pubblico delle grandi occasioni.

A presentare l’evento sarà Moreno Morello accompagnato dalla bellezza bulgara di Svetle Simeonova, da Fabrizio Nonis e dai 6 come Sei che coinvolgeranno il pubblico con la loro carica travolgente. Griglie Roventi, alla sesta edizione, è seguito da moltissimi: il barbecue è una passione che ogni anno contagia il 53% degli italiani (dati SWG). Una grigliata in compagnia è preferita alla pizzeria e alla cena tradizionale in casa (dati SWG): ben il 34 per cento la predilige e questa scelta è seconda solo al ristorante (38 %).

Sempre numerose le coppie provenienti da vari Paesi del mondo nella finale di Caorle: sulla griglia solo carne veneta selezionata e fornita da Coldiretti Veneto, sul piatto spezie e sapori all over the word. Grigliata mista con pollo, manzo e maiale o coniglio, quest’estate la sfida si fa ancora più calda. Per vincere bisogna sapere cucinare ma non solo: la giuria valuterà il sapore della carne, la cottura, la presentazione del piatto e la simpatia dei concorrenti. Tra i premi, la “Griglia del Sorriso” ai cuochi più estrosi, “Griglia Km 0” a chi saprà preparare un piatto speciale solo con ingredienti del territorio; la temutissima maglia nera agli ultimi classificati.

31 luglio 2011

Notizia redatta da Davide Caldelli